La Bicicletta di Bartali
nuvole raccontano

La Bicicletta di Bartali

Firenze, 1943-1944.
Gino Bartali, uno dei più importanti nomi nella storia del ciclismo di tutti i tempi, decise di rischiare la propria vita pur di salvare quella di altre persone. E così si prestò a nascondere nella canna della sua bicicletta verde i documenti falsi che servivano a far espatriare ebrei nascosti. Venne arrestato, ma alla fine riuscì a farcela! E così oltre ottocento cittadini israeliti poterono salvarsi dai campi di sterminio nazisti.

IN APPENDICE: la testimonianza di ANDREA BARTALI, figlio di Gino, che narra in prima persona questo e altri momenti di vita del padre e della famiglia. «Il bene si fa ma non si dice» era una frase ricorrente del campione, che non volle essere un eroe e raccontò solo al figlio il suo segreto.

Per queste imprese a Gino Bartali nel 2006 è stata conferita alla memoria, dal Presidente della Repubblica, la Medaglia d'oro al valore civile e nel 2013 è stata assegnata dallo Stato di Israele l'importantissima onorificenza di Giusto fra le Nazioni.

 

Le illustrazioni di Roberto Lauciello aggiungono al libro un racconto visivo, capace di catturare l’immaginazione e regalare emozioni.

 

“Una storia che è un’avventura” La Repubblica

Come raccontare la Shoah a bambini e ragazzi” Il Fatto Quotidiano

“Gli appassionati di sport troveranno anche un ritratto inedito di un grande campione” La Nazione

“Ho voluto raccontare questa storia per far capire ai giovani lettori che eroismo e impegno civile esistono veramente” Simone Dini Gandini a Rai News 24

Scheda Libro

collana
nuvole raccontano
testi
Simone Dini Gandini
illustrazioni
Roberto Lauciello
pagine
64
formato
cm 13 x 19
codice isbn
9788897007371
prezzo
€ 9,50
età
da 10 a 99 anni
Le parole del libro:  shoah   sport   eroismo